Rifugiati e immigrazione. Percorso sul tema della scuola media Caprin (TS)

Rifugiati e immigrazione. Percorso sul tema della scuola media Caprin (TS)

Nel febbraio 2016 quattro classi della scuola media “Caprin” hanno aderito al progetto “Un solo mondo, un solo futuro” coordinato dall’ACCRI e dall’ICS ed alla conseguente “Settimana scolastica della cooperazione internazionale” svoltasi tra il 22 e il 27 febbraio. Il tema che abbiamo scelto, anche in considerazione del fatto che nel nostro rione di Valmaura vi è l’unico centro di accoglienza per migranti di Trieste, è quello delle “Migrazioni”. Già nel settembre del 2015 la stampa locale riportava: “TRIESTE, Valmaura si ribella all’arrivo dei profughi del Silos. Residenti del rione popolare infuriati dopo l’annuncio del trasferimento in via Rio Primario di cento migranti. «Abbiamo paura, non li vogliamo» Preoccupazione, rabbia, paura. I cittadini di Valmaura non hanno digerito affatto la decisione scaturita dal vertice tra Comune e Prefettura sul fronte emergenza immigrazione in città, al termine del quale è stato individuato nel capannone della Saf in via Rio Primario la struttura dove trasferire un centinaio di profughi che da tempo bivaccano nella baraccopoli del Silos. ” Quando abbiamo incontrato nella nostra classe il gruppo di cinque giovani migranti dall’Afganistan e del Pakistan (Rahim, Kodadad, Eshan, Muhammad Rohail e Khan), gli studenti avevano già discusso in classe del tema, esprimendo le loro perplessità e i timori più o meno fondati. I giovani migranti sono tutti rifugiati chiedenti asilo, scappati da ISIS e talebani, ed hanno manifestato ai cooperanti dell’ICS la voglia di intervenire raccontandosi, per essere accettati per quel che sono: ragazzi che hanno dovuto scappare dalla guerra, dai talebani, lasciando tutto quel che avevano, mogli e figli compresi, nel paese d’origine. Nel backstage del video abbiamo inserito un frammento di questi racconti, espressi in pakistano ed in inglese e tradotti in tempo reale. Per il nostro corto abbiamo scelto di giocare sulla metafora, partendo da tre dati statistici e presentando il problema come fosse vissuto da un gruppo di pesci: la sperequazione nella distribuzione delle risorse, il problema dell’inquinamento ambientale indotto dai paesi ricchi e il più attuale di tutti, la fuga dalla guerra.

8 PREMI VINTI DAL VIDEO – Primo premio al concorso “I giovani e la solidarietà” indetto dall’Associazione Donatori Sangue 2016 – VII edizione sul tema “Immigrazione: tragica emergenza europea”. – Vincitore alla fase regionale del Concorso Scuole “Diamo forza al nostro impegno. Partecipazione attiva per lottare contro le mafie”. – Vincitori Nazionali al Concorso Miur – Fondazione Falcone “Diamo Forza al Nostro Impegno; partecipazione attiva per lottare contro le mafie”, fase nazionale. Premiazione a Palermo con il ministro dell’Istruzione Giannini, il presidente Grasso e Maria Falcone, moglie del giudice. – Vincitori del concorso internazionale di New York PLURAL+ CDI 2016 Award! un’iniziativa tra l’Alleanza delle Nazioni Unite e l’International Organization for Migration cui hanno partecipato 90 paesi di tutto il mondo. Premiazione il 27 ottobre 2016 a New York. – Vincitori del concorso internazionale di New York Barcelona Forum Award! Premiazione il 27 ottobre 2016 a New York. – Vincitori del concorso internazionale The Peace in the Streets Award! premiazione a New York il 28 ottobre 2016. – Vincitori del concorso internazionale di New York PLURAL+ CDI 2016 Award (Togo) con il video “Migrations”. New York. – Selezione al Concorso Nazionale della XVII edizione del Sottodiciotto Film Festival & Campus; il vincitore sarà nominato a Torino nel 2017. – Vincitori del concorso “La cultura sociale e solidale vista dai giovani: Solidalmente giovani 2016”. Udine, 20 dicembre 2016

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *