Alberto Manzi. L’attualità di un maestro. Le narrazioni dell’altro

Alberto Manzi. L’attualità di un maestro. Le narrazioni dell’altro

https://www.raiplay.it/video/2019/10/Le-narrazioni-del-diverso-51c604a0-1a2a-47c9-a3fd-0f0bf960820b.html

La declinazione dell’altro come icona di ogni male dipende molto dalle narrazioni: le paure spesso sono generate da un racconto che demonizza l’altro. Ce lo illustra l’antropologo Marco Aime per la serie Alberto Manzi, l’attualità di un maestro, disponibile su Raiplay .

Attraverso la tv e il suo “Non è mai troppo tardi”, Alberto Manzi dal 1960 al 1968 insegnò a leggere e a scrivere a chi era analfabeta. Ma fu anche l’autore di “Orzowei”, uno dei romanzi di letteratura italiana per ragazzi più tradotti al mondo. Un uomo garbato, inconfondibile come i suoi disegni alla lavagna. Il suo nome è Alberto Manzi, ma per tutti, semplicemente il maestro Manzi, una delle figure più autorevoli in ambito educativo. Un personaggio al quale Rai Cultura e l’Assemblea legislativa della Regione Emilia-Romagna dedicano un ciclo in sei puntate: “Alberto Manzi. L’attualità di un Maestro”. Obiettivo della serie, riproporre alle scuole italiane il suo approccio pedagogico e didattico. Gli argomenti spaziano dalle nuvole alle ali di farfalla, dalla biodiversità alle uova, dalla geografia all’inter-cultura e ai docenti della scuola primaria vengono dati suggerimenti operativi e teorici, proposte di discussione in classe con i propri alunni, idee per la progettazione didattica.

  • Regia Giorgia Pini
  • Conduce Alessandra Falconi
Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *