Immigrazione oltre i luoghi comuni. 20 bufale smontate un pezzo per volta.

Immigrazione oltre i luoghi comuni. 20 bufale smontate un pezzo per volta.

Da Osservatorio Diritti, di Marco Ratti, 20/05/19

“Immigrazione oltre i luoghi comuni – Venti bufale smontate un pezzo alla volta. Per cominciare a parlarne sul serio”: primo libro di Osservatorio sui Diritti Umani, la neonata associazione che gestisce Osservatorio Diritti. Un breve volume che dà gli strumenti per capire il grande tema della migrazione e costruirsi un’opinione basata sui fatti. Gli autori sono Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris”:

In tempi “normali” non ci sarebbe bisogno di un libro come questo. Mettersi a spiegare perché l’immigrazione non può es­sere considerata una “invasione” o cercare di far capire che non ci sono richiedenti asilo che vivono in alberghi a 5 stelle a spese dello Stato sembrerebbe quanto meno curioso.

Eppure oggi è essenziale ripartire dall’Abc. Dal significato delle parole. Da quali sono i numeri in ballo. Nell’aria c’è talmente tanta confusione che spesso anche chi intuisce che le cose non stanno esattamente così non sa come ribattere. È urgente ridare senso a discorsi usciti da partiti d’osteria o da giornali che soffiano sul fuoco della paura.

Questo testo, per scelta, si rivolge quindi più al cervello che alla pancia. Più alla ragione che all’emozione. È un tentativo di scardinare quel meccanismo perverso che si poggia sulla paura del diverso. Su un sistema ben congegnato, cominciato con la creazione di panzane, cresciuto con la loro diffusione ed esploso con la loro magica trasformazione in verità inossida­bili. Notizie false che hanno poi aiutato chi ne aveva interesse a far scivolare il discorso sempre più in basso. E a sdoganare espressioni d’odio e razziste che circolano ormai in scioltezza tanto sui social quanto nelle chiacchiere tra “gente per bene”.

Dati e fatti per costruirsi la propria opinione

Ebbene, questo libro fa lo sforzo di tirarsi fuori dallo spirito di tifoseria da stadio. Non pone la questione nei termini di “tut­ti dentro” o “tutti fuori”. Di “accogliamoli tutti” o “aiutiamoli a casa loro”. Al contrario, cerca di riesumare un vecchio leit mo­tiv che, fortunatamente, si continua a insegnare nelle scuole di giornalismo: dare ai lettori elementi utili, scelti con onestà intel­lettuale, affinché ognuno si possa costruire la propria opinione. Qualunque essa sia.

È quasi un “manuale”, che proprio per questo può dare fastidio qua e là al lettore-partigiano alla ricerca di conferme assolute.

Anche se è inevitabile che a tratti emergano le loro convinzio­ni personali, Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris provano a mantenersi sul livello dell’analisi, arrivando in qualche caso anche a far emergere le contraddizioni delle posizioni di entrambi gli “schieramenti”.

IMMIGRAZIONE OLTRE I LUOGHI COMUNI
Venti bufale smontate un pezzo alla volta. Per cominciare a parlarne sul serio
di Lorenzo Bagnoli e Francesco Floris
100pp, Aprile 2019, Osservatorio sui Diritti Umani

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *