#NoDrugsToBeCool: educare la net generation all’uso consapevole del web. I ragazzi coinvolti nel progetto incontrano i migranti in Sicilia

#NoDrugsToBeCool: educare la net generation all’uso consapevole del web. I ragazzi coinvolti nel progetto incontrano i migranti in Sicilia

Il video racconta alcuni momenti salienti del progettoNo drugs to be cool” nei due anni di attività. Realizzato dalla Cooperativa Sociale Onlus FO.CO. (Formazione e Comunione) in partenariato con il Centro Zaffiria, finanziato dal Dipartimento della Gioventù e del Servizio Civile Nazionale, con l’obiettivo di sensibilizzare i minori in Sicilia ed in Emilia Romagna per favorire un uso responsabile del web e prevenire il loro accesso a siti pericolosi in quanto luoghi di reperimento di sostanze psicoattive dannose per la salute. Tra le attività del progetto:

  • formare insegnanti, operatori di comunità e famiglie fornendo informazioni e conoscenze utili a informare e sensibilizzare i minori sui rischi di un uso incontrollato del web e di sostanze psicoattive;
  • educare i minori a utilizzare la rete e a confrontarsi con il mondo digitale in modo responsabile, attivando le risorse positive degli adolescenti e discutendo modelli di comportamento per ridurre i rischi dell’uso di sostanze psicoattive attraverso laboratori e campagne di sensibilizzazione interattive;
  • costruire modelli e strumenti educativi innovativi e replicabili per favorire comportamenti positivi volti a interagire e confrontarsi in modo sicuro e responsabile con il mondo digitale e prevenire i rischi di uso di sostanze psicoattive.

Il progetto ha riguardato diverse scuole e comunità sia in Sicilia che in Emilia Romagna e coinvolto insegnanti e docenti. 

Sheriff, mentre registra un video promozionale per l’app con i compagni

Sono fiero di partecipare a questo progetto.
È così bello che tutti dovrebbero farlo!

Dal 7 al 10 settembre 2019 si è svolta la Summer School del progetto #nodrugstobecool presso Chiaramonte Gulfi, in provincia di Ragusa, Sicilia. L’evento è stato organizzato in collaborazione con Fo.Co Onlus e ha ospitato gli operatori del Centro Zaffiria, gli operatori e i ragazzi di Fo.Co., le operatrici e le ragazze di Cooperativa Libra, Centro Giovani QB e Agorà Lido Adriano, di Ravenna.

Il programma ha previsto un’alternanza di momenti di lavoro e confronto insieme ed esperienze belle e divertenti condivise. Dopo un primo momento conoscitivo, ai ragazzi e alle ragazze è stato raccontato il progetto nelle sue varie fasi e componenti, il programma delle attività e l’importanza del loro contributo. Il tema dell’educazione ai media e dell’uso consapevole dei mezzi di comunicazione è stato affrontato attraverso laboratori creativi. Questi laboratori hanno previsto l’utilizzo di materiale artistico (tempera, pennelli, carta colorata) e strumenti digitali (tablet, smartphone, fotocamere, proiettori) in maniera alternata e integrata: lo smartphone è stato proposto come strumento di lavoro a fianco di tutti gli altri, dedicando al suo utilizzo un tempo circoscritto e utile alla sperimentazione da svolgere.

Ai partecipanti è stata presentata l’app in via di sviluppo, hanno potuto provarla insieme e osservarla con attenzione. Successivamente se ne è discusso, raccogliendo pareri, critiche, idee. I ragazzi e le ragazze hanno potuto conoscere i personaggi protagonisti del progetto, svolgendo delle attività di narrazione condivisa legata ai profili Instagram di tali personaggi.

Nello svolgimento delle attività sono stati privilegiati i linguaggi pittorici, video e fotografici, cercando di proporre attività nuove che mescolassero gli strumenti e le tecniche, attraverso strumenti conosciuti e strumenti nuovi. È stata sperimentata la stop-motion e quindi la creazione di un breve racconto; sono stati realizzati dei grandi dipinti collettivi partendo da delle fotografie; è stata organizzata una sessione serale di light drawing per sperimentare con la fotografia.

Sono state proposte uscite di gruppo per favorire la comunicazione e la condivisione, come passeggiate nella natura, uscite al mare e presso il centro storico in festa del comune dove si svolgeva la Summer School.

Le proposte e le attività hanno coinvolto molto i partecipanti, che hanno potuto vivere delle giornate insieme, alla scoperta di nuove persone ed esperienze, in un clima piacevole e creativo, trattando di temi cari agli adolescenti e tramite i linguaggi da loro preferiti. (articolo e photogallery qui)

Durante il convegno “Adolescenti in immagini” i ragazzi del Centro Giovani QB Quanto Basta hanno raccontato la loro esperienza, incredibile ed emozionante a detta di tutti. “Sono andata via lasciando lì un pezzo di me” ha raccontato Cora durante il suo intervento. Buona visione!

Fo.Co. Società Cooperativa Sociale ONLUS P.IVA: 01495820886 – tutti i diritti riservati

Centro Zaffiria
info@zaffiria.it



Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *