Roberto Bolle. Danza con me come invito a riscoprirsi umani

Roberto Bolle. Danza con me come invito a riscoprirsi umani


“Danza con me”, show di Roberto Bolle in onda il primo gennaio su Rai 1 in prima serata, ha entusiasmato il pubblico con tutta la grazia e la bellezza che contraddistinguono il grande ballerino classico. Una miscela inedita di danza e ironia, classicità e innovazione capace di far percepire come “di casa” un’arte troppo a lungo percepita come qualcosa di “aristocratico”. Roberto Bolle – protagonista, ideatore e direttore artistico del format giunto al terzo appuntamento – qualche giorno prima della prima visione ha presentato il suo show all’Accademia di Danza del Teatro alla Scala. Anticipando anche il cast, proveniente non solo dal mondo della danza mondiale, ma anche dal cinema, del teatro e della musica. Tutti insieme in uno studio total white per omaggiare la grande stagione dei varietà televisivi italiani degli anni 60.
Senza cadere nell’enfasi, Bolle ha voluto rimarcare che oltre allo spettacolo la “missione” di Danza con me è anche l’impegno verso i grandi dibattiti contemporanei. «Ci saranno due temi fondamentali nello show» ha dichiarato. «Il primo riguarderà l’ambiente, questa emergenza climatica che ci distruggerà se entro il 2030 non faremo qualcosa di concreto. Il secondo è la compassione, l’invito a non essere indifferenti alle tragedie del mondo che tutti i giorni vediamo sui media, e che ci portano all’assuefazione. Il mio non vuole essere un discorso politico ma il grido d’allarme di un essere umano». E proprio per rimarcare questo suo impegno Roberto ha ideato due balletti a tema, con lo scopo di aiutare a «riscoprirci umani». Di nuovo.

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *