3 Brothers, cortometraggio di Spike Lee in sostegno del movimento “Black Lives Matter”

3 Brothers, cortometraggio di Spike Lee in sostegno del movimento “Black Lives Matter”

Il regista americano Spike Lee ha realizzzato un corto di un minuto e 34 secondi in sostegno del movimento Black Lives Matter. Un video crudo, intitolato ‘3 Brothers-Radio Raheem, Eric Garner And George Floyd’, presentato durante un’intervista alla Cnn, che il regista dedica al caso di George Floyd, l’afroamericano ucciso dalla polizia a Minneapolis. Il video che si apre con la domande in sovrimpressione “Will History Stop Repeating Itself?” (La storia smetterà di ripetersi?), è un montaggio in cui si alternano le scene di George Floyd, di Eric Garner e di Radio Raheem, il  personaggio del film di Spike Lee Lee  “Fa’ la cosa giusta”. Tutti e tre i personaggi sono afroamericani, tutti e tre i personaggi vengono bloccati e soffocati dalle forze dell’ordine statunitensi, tutti e tre i personaggi sono deceduti poco dopo il loro incontro con la legge.

Il regista, senza mai nominarlo, attacca Donald Trump, associandolo al Ku Klux Klan e difende le manifestazioni di protesta che si stanno tenendo in tutti gli Stati Uniti: “Come fa la gente a non capire il perché di queste reazioni? – ha detto il regista alla Cnn nell’intervista che è seguita alla proiezione del video – Quello che vediamo in questi giorni lo abbiamo visto nelle rivolte degli anni ’60, con l’assassinio di Dr King. La gente reagisce in questo modo perché vuole essere ascoltata. Vediamo ripetere queste cose ancora e ancora e ancora. Il punto è uno – ha concluso – questo Paese è costruito sui corpi dei neri uccisi”.

Inoltre, ha aggiunto il regista, “questa merda” sta accadendo “in tutto il mondo. La merda dell’estrema destra è in tutto il mondo . E dobbiamo svegliarci, non possiamo rimanere in silenzio”. E infine, ha concluso: “Dire che gli Stati Uniti sono la culla della democrazia è una cazzata”.

Fortebraccio News, “Spike Lee: “Dire che gli Stati Uniti sono la culla della democrazia è una cazzata” 3 giugno 2020

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *