Tag: stereotipi

“Hair Love”, in un cortometraggio animato l’orgoglio dei capelli afro

“Hair Love”, in un cortometraggio animato l’orgoglio dei capelli afro

Da Ghanaway.net: un disegno animato sull’orgoglio dei capelli afro e che celebra, nello stesso tempo, l’amore tra un giovane padre (con dreadlocks) e sua figlia. Prodotto dalla Sony Pictures Animation è anche un record, quello della Kickstart che nel 2017 è riuscita a raccogliere fondi pari a 300.000 dollari per finanziare questa breve pellicola. Poco …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Questa non è una baby-sitter. Una storia anti-stereotipo

Questa non è una baby-sitter. Una storia anti-stereotipo

Milena Z. per Paperblog propone una storia di Gabriella Kuruvilla illustrata da Gabriella Giandelli, pubblicata da Terre di Mezzo editore: “Una lavatrice non è una macchina fotografica. Un cucchiaio non è un mestolo. Una scala non è una libreria. Allo stesso modo, la mamma di Mattia non è una baby-sitter” E’ così che inizia questo …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Colori della pelle e differenze di genere negli albi illustrati

Colori della pelle e differenze di genere negli albi illustrati

Il volume si intitola “Colori della pelle e differenze di genere negli albi illustrati. Ricerche e prospettive pedagogiche” è pubblicato da Franco Angeli Editore. Le autrici sono Veronique Francis, Anna Pileri, Ivana Bolognesi, Irene Biemmi, Valeria Barbosa. Intento: investigare in profondità le rappresentazioni delle diversità negli albi illustrati, considerati rilevanti mediatori nella trasmissione culturale durante …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Nel paese delle pulcette, di Beatrice Alemagna

Nel paese delle pulcette, di Beatrice Alemagna

Da Scaffale Basso, un albo illustrato di Beatrice Alemagna che parla di diversità e incontro con l’alterità. Dettaglio insolito: le illustrazioni sono fatte con la lana cotta: Beh insomma il libro di Beatrice Alemagna mi ha conquistato così, con la lana infeltrita delle pulci che mi salutavano con entusiasmo dalla copertina de Nel paese delle pulcette. Ma è …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Blackface: perché tingersi la faccia di nero contiene in sé una lunga storia di stereotipi e discriminazioni

Blackface: perché tingersi la faccia di nero contiene in sé una lunga storia di stereotipi e discriminazioni

Considerati i sempre più numerosi episodi di razzismo manifesto dentro e sugli spalti dei campi da calcio (professionale e non) riportiamo un articolo de Il Post. Pubblicato il 28/12/18, l’articolo spiega bene perché la pratica di tingersi il volto di nero (proposta in questi giorni da un allenatore per solidarizzare con un giovane giocatore di …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Immigrazione oltre i luoghi comuni. 20 bufale smontate un pezzo per volta.

Immigrazione oltre i luoghi comuni. 20 bufale smontate un pezzo per volta.

Da Osservatorio Diritti, di Marco Ratti, 20/05/19 “Immigrazione oltre i luoghi comuni – Venti bufale smontate un pezzo alla volta. Per cominciare a parlarne sul serio”: primo libro di Osservatorio sui Diritti Umani, la neonata associazione che gestisce Osservatorio Diritti. Un breve volume che dà gli strumenti per capire il grande tema della migrazione e …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
30 anni dopo “Fa’ la cosa giusta” di Spike Lee è ancora il miglior film su razzismo e violenza

30 anni dopo “Fa’ la cosa giusta” di Spike Lee è ancora il miglior film su razzismo e violenza

Articolo tratto da The Vision, di Manuel Santangelo, 28/09/19 A trent’anni dall’uscita, l’errore principale che si tende a fare quando si analizza Do the Right thing (Fa’ la cosa giusta) del regista newyorchese Spike Leeè ridurlo a una storia strettamente statunitense, a una riflessione sull’identità e sul razzismo che non riguarda noi europei. È come …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
Come scrivere d’Africa. In memoria di Binyavanga Wainaina

Come scrivere d’Africa. In memoria di Binyavanga Wainaina

Di Binyavanga Wainaina, pubblicato su Internazionale il febbraio 2006: Nel titolo, usate sempre le parole “Africa”, “nero”, “safari”. Nel sottotitolo, inserite termini come “Zanzibar”, “masai”, “zulu”, “zambesi”, “Congo”, “Nilo”, “grande”, “cielo”, “ombra”, “tamburi”, “sole” o “antico passato”. Altre parole utili sono “guerriglia”, “senza tempo”, “primordiale” e “tribale”. Mai mettere in copertina (ma neanche all’interno) la …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi:
«Consigli per essere un bravo immigrato». Il libro provocazione della scrittrice Elvira Mujčić – L’intervista

«Consigli per essere un bravo immigrato». Il libro provocazione della scrittrice Elvira Mujčić – L’intervista

Di Cristin Cappelletti su Open, 11/05/2019 All’immigrato viene richiesto di raccontare storie dolorose a comando». Nel suo libro la scrittrice nata in Bosnia immagina un dialogo, un incontro tra lei e un ragazzo di nome Ismail. Un viaggio tra le peripezie della burocrazie e gli stereotipi che bisogna assecondare per essere un “buon immigrato” Cosa fa …

Leggi tutto Leggi tutto

Condividi: